BENVENUTI!
Questo angolino nasce per caso.

Inizialmente la sua impronta è stata di stampo scolastico, via via ha preso posto anche la mia quotidianità.

Dentro la cartella di ognuno di noi c'è un po' di tutto.
In questa cartella trovate i miei figli,la scuola, alcuni miei pasticci creativi, i miei pasticci con ago e filo, con colla, stoffa e ciò che passa per le mani e la mente!!!



Lilypie - Kids Birthday

per votare il blog

classifiche

classifica net parade award

10000 punti ottenuti

classifica net parade award

Blog Gold

classifica award net.parade

In classifica

classifica net parade award

Blog d'argento

classifica net parade award

Primo di categoria

classifica net parade award

sito internet

Lettori fissi

venerdì 23 luglio 2010

CIRCLE TIME


Voglio raccontarvi un'esperienza vissuta a scuola che mi è piaciuta e che ha coinvolto in modo energico e attivo anche i miei adorabili cucciolotti!!



COS' E' IL CIRCLE TIME? E' un'espressione inglese, letteralmente in italiano si traduce con "il tempo del cerchio", è un metodo di lavoro ideato dalla psicologia Umanistica negli anni '70, quest'attività è considerata un'efficace strumento nell'educazione SOCIO-AFFETTIVA.
Si tratta di affrontare un argomento attraverso domande e risposte dei partecipanti, i quali si dispongono in posizione circolare, cioè formano un cerchio, possono sedersi per terra oppure fare uso di sedie; fra loro c'è una guida che ricopre il ruolo di coordinatore nella discussione e di colui che fa rispettare i turni di parola e di intervento. Il conduttore inoltre non è giudice, non esprime assensi o dissensi, lui pone solo domande o, se necessario, formula alcune risposte per avviare la discussione.
PERCHE' VI PARLO DEL CIRCLE TIME??
Quest'anno in classe, subito dopo le vacanze di Pasqua ho voluto sperimentare con i miei alunni quest'attività di gruppo.
La mia intenzione era quella di cercare di migliorare la comunicazione fra tutti i miei ragazzi. Sono in un'età particolare, di trasformazione, di crescita non solo evolutiva e cognitiva, ma anche e soprattutto fisica. Pertanto, essendomi accorta che fra i miei allievi alcuni non relazionano per nulla fra loro, ho cercato un metodo che potesse aiutarmi ad avvicinarli, che potesse dar loro modo di conoscersi meglio, di esprimere opinioni personali, di essere in grado di accettare anche pareri differenti dai loro e non ultimo accrescere, per alcuni, la loro AUTOSTIMA.
COMUNICARE in gruppo mi è sembrata una bella strategia.....e ci ho provato!!
Un mercoledì mattina di fine aprile, subito dopo la lezione di ginnastica, invece di rientrare in classe ho portato i ragazzi in un'auletta dedicata ad attività varie, la fortuna ci ha supportati.....l'aula era vuota e tutta per noi.
I bambini non capivano, non avevo detto loro nulla....ad un certo punto ho proposto loro di sedersi in cerchio dove più gradivano, senza ordine alcuno ed io poi mi sono sistemata fra uno di loro spiegando cosa avremmo fatto.
Per prima cosa ci siamo procurati un testimone: una pallina da tennis di spugna prestata dalla maestra G. dell'altra quarta e poi portata da Luca M. e tenuta a scuola per tutte le volte che ci è servita. Il testimone è stato un valido supporto per far rispettare i turni di parola, per far sì che le voci non si sovrapponessero. Ho poi spiegato che io ero la guida di questa attività, che avevo gli stessi loro diritti e doveri e che non ci sarebbero stati voti, compiti o interrogazioni, ma solo la scelta da parte mia degli argomenti da trattare.
I ragazzi sono subito apparsi entusiasti, la novità li aveva colpiti positivamente.
Il primo argomento che ho scelto è stato un pre-riscaldamento, per far capire loro il meccanismo e per incoraggiare anche i più timidi....e leader non hanno avuto difficoltà.
"Quale piatto preferisci e quale non ti piace, perchè?" questo l'argomento proposto e dopo qualche piccola difficoltà iniziale ....dopo qualche compagno si sono sciolti, rimanendo a volte compiaciuti del fatto che alcuni piatti piacevano quasi a tutti....e alcuni piacevano a pochi.
Abbiamo ripetuto l'esperienza 4 o 5 volte affrontando sempre argomenti differenti:" se tu fossi un animale cosa saresti e perchè?Ed il tuo compagno?E la tua maestra?Queste domande hanno fatto emergere pregi e difetti di tutti noi, me compresa, ed a turno, se ne è parlato, riflettendoci sopra insieme. Infine abbiamo trattato due argomenti particolari: la gioia e la rabbia con relativa rappresentazione iconica..... abbiamo sospeso qui i nostri incontri perchè giunti alla fine dell'anno scolastico....ma i bambini mi hanno fatto promettere di riprendere questo momento collettivo a settembre......!!!

UNA PROMESSA E' UNA PROMESSA!!...

Pubblico un disegno di un allievo, rimasto fra i miei quaderni....rappresenta la rabbia per lui....ad inizio scuola se riuscirò e reperire gli altri ...ne pubblicherò ancora...






...seguiranno aggiornamenti...

4 commenti:

  1. Brava..... continua così.... stai facendo proprio un bel lavoro con i tuoi alunni. A me piace molto lavorare in questo modo, lo faccio spesso anch'io.

    RispondiElimina
  2. ciao, vorrei sapere qualcosa in più su come hai applicato il circle time. come ti posso contattare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. attraverso la mia email....ciao mariuccia

      Elimina
    2. è bello ma l'insegnante di mio figlio lo usa per metterli l'uno contro l'altro

      Elimina

lascia una traccia del tuo passaggio...lascia il tuo commento.GRAZIE

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...