BENVENUTI!
Questo angolino nasce per caso.

Inizialmente la sua impronta è stata di stampo scolastico, via via ha preso posto anche la mia quotidianità.

Dentro la cartella di ognuno di noi c'è un po' di tutto.
In questa cartella trovate i miei figli,la scuola, alcuni miei pasticci creativi, i miei pasticci con ago e filo, con colla, stoffa e ciò che passa per le mani e la mente!!!



Lilypie - Kids Birthday

per votare il blog

classifiche

classifica net parade award

10000 punti ottenuti

classifica net parade award

Blog Gold

classifica award net.parade

In classifica

classifica net parade award

Blog d'argento

classifica net parade award

Primo di categoria

classifica net parade award

sito internet

Lettori fissi

giovedì 6 dicembre 2012

Calendario dell'AVVENTO 2012




E dopo diversi mesi di assenza dal blog, dovuti principalmente a mancanza di tempo e, lo ammetto, anche di voglia,rieccomi, sperando di riuscire a concludere questo anno con qualche post in più.
E' iniziato dicembre e con questo ultimo mese dell'anno ci si avvia a a preparare la festa più attesa dai bambini.
Come ogni anno si parte dal calendario dell'Avvento per poi passare agli addobbi per l'albero o per alcuni ambienti, siano essi familiari o scolastici.
Quest'anno propongo un calendario dell'avvento assolutamente ricicloso, come la maggior parte dei lavori che eseguo con figli e allievi.
Una mamma decisamente creativa che avevo il ciclo passato mi ha suggerito un calendario con lattine del mais, ma pensando che i bambini potessero farsi male ho optato per contenitori di plastica, quelli del formaggio tipo crescenza o robiolino. Sono riuscita a recuperarne 25 con la complicità di un'amica; lei lavora in ospedale e mi aveva detto che di quei contenitori ne buttano via tanti.
NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!! Non si butta via nulla!! Quindi le ho chiesto di raccoglierne un pochino.
Appena ho avuto il numero sufficiente, con i miei figli mi sono messa al lavoro, ottenendo un risultato per noi soddisfacente.





sabato 6 ottobre 2012

ORTOGRAFIA: suoni duri e suoni dolci (1)

In queste prime settimane di scuola si affrontano le difficoltà ortografiche.

Ho iniziato con le difficoltà della lettera "C" e della lettera "G".

 Abbiamo parlato in classe di questi suoni e ho invitato i bambini a  pensare agli  oggetti   che potevano ricordare qualcosa di morbido, di dolce, di duro.
Per il suono dolce i  bambini hanno pensato ad una  la nuvola  perchè è morbida  e allo zucchero filato perchè è dolce, per il suono duro hanno pensato ad un tavolo, ad un quadro e al suo  spigolo.
Il passo successivo è stato quello di abbinare un colore agli oggetti elencati, un colore che ricordasse sempre DURO e DOLCE;  dovevano abbinare gli oggetti pensati ad un colore.
I bambini hanno concluso che  una  nuvola  azzurra rappresentava il suono dolce e che un quadro aveva  la cornice  grigia (perchè  -dice un allievo-  il grigio è il colore del ferro che è durissimo!)  e rappresentava il suono duro.







Dopo tutta questo dialogo   ho preparato due  schede, che nei giorni seguenti  abbiamo analizzato  esercitandoci a cercare e a discriminare parole con questi suoni.


mercoledì 3 ottobre 2012

Intestazione quaderni: "Care e amate cornicette"

Quand'ero bambina a scuola ci facevano disegnare traendo spunto da un caro e vecchio fascicolo dal titolo
" ROSELLINE".



Per ogni classe della scuola Elementare ne avevano coniato uno, ed ogni fascicoletto riportava disegni quadrettati con la difficoltà propria della classe di riferimento.





Mi è sempre piaciuto disegnare seguendo i quadretti  perchè il disegno che producevo era sempre un bel disegno, cioè mi piaceva, mi entusiasmava e mi faceva sentire capace di fare, ma soprattutto lo avevo fatto io  e questo per una bambina di sette-otto anni è un aspetto molto importante

Quali vantaggi comporta il disegnare con i quadretti??
MIGLIORARE il proprio segno grafico
ORIENTARSI nello spazio del foglio
ARRICCHIRE di nuovi elementi l'elaborato
DISCRIMINARE  i colori
DIVERTIRSI

 Sono convinta che il disegno di un bambino, il suo tratto nel rappresentare  immagini, persone, animali  e molto altro sia del tutto naturale e che i suoi progressi  debbano avvenire in modo spontaneo, o almeno quasi. Il Librettino delle cornicette, secondo me aiuta in tale senso, infatti negli inserti vengono presentate cornicette e disegni dapprima solo con i quadretti e via via anche senza.

Quest'anno QUINDI per le intestazioni dei quaderni io e le colleghe ci siamo affidate alle care e amate cornicette, quelle che  anni e anni fa si usavano per abbellire i quaderni dei bambini.
Io ho usato proprio ROSELLINE, che è felicemente posizionato nell'armadio di scuola da   millanta e millanta anni or sono, più o meno dal  pleistocene, perchè appena diplomata comprai tutti e 5 i fascicoli e  da allora li custodisco gelosamente.Oggi non credo siano più in commercio, nel frattempo sono stati pubblicate varianti aggiornate per argomento, per stagioni, solo cornicette, solo animali etc..etc...
Nel produrre le varie intestazioni i bambini si sono divertiti, erano assolutamente attratti da questo modo di disegnare, tanto che abbiamo chiesto ad una mamma di fare alcune fotocopie e le abbiamo inserite in un porta listini, e nei momenti di attività libera , se vogliono, possono riprodurre alcuni disegni o imparare a creare altre cornicette.

Per il quaderno di STORIA abbiamo deciso insieme cosa disegnare: 
LE QUATTRO STAGIONI
ogni disegno ne rappresenta una
  farfalle= primavera
 barchette=estate
foglie=autunno
 pupazzo di neve=inverno





 Per il quaderno di CITTADINANZA E COSTITUZIONE 
abbiamo riprodottO questi bimbi che giocano in allegria e serenità






Per il quaderno di SCIENZE,
 materia che insegna la mia collega,
hanno pensato ad un soggetto di natura scientifica:
UNA BELLA COCCINELLA



Per il quaderno di ITALIANO abbiamo dovuto adattarci alle righe e abbiamo pensato di disegnare qualcosa di semplice che potesse stare nelle righe


  Tutti questi lavori sono stati svolti insieme ai bambini, 
noi maestre passo passo alla lavagna
 e loro  passo passo sul quaderno,
 sono stati bravissimi 
e soprattutto attenti e interessati.



domenica 30 settembre 2012

Omaggio ad ECHINO: " LE PAROLE GENTILI"

Parole, parole, parole.
Le parole sono sempre importanti ed è altrettanto importante seminare parole gentili!
Con i bambini non è mai troppo ripeterle, ricercarle, , leggerle, pronunciarle e giocarci insieme.
Ecco quindi nascere questo piccolo cartellone con un delizioso amico che suggerisce ai miei piccoli allievi quali parole gentili è bello pronunciare e far sentire.
Echino mi ha aiutata  a confezionare questo disegnoperchè mi allieta ogni giorno con parole allegre, bagnate, umide, sognanti, calde, fresche............e tutte le parole che ognuno di noi vuole pronunciare.
Spero di avergli fatto una bella sorpresa.

L'esecuzione è semplice:
 matite, pennarelli, fogli di giornale, cartoncino e........
tante parole gentili!!!




Il cartellone è stato posizionato sotto al calendario  giornaliero che abbiamo in classe, proprio davanti ai bambini.



P.s.In questi giorni stiamo lavorando per stare bene insieme, richiamando così la frase che abbiamo scritto sulla parete di fondo della classe ad inizio anno. Fra non molto scaleremo una montagna piena di.......??????
lo saprete fra qualche giorno.




sabato 22 settembre 2012

Primo giorno di scuola(2): PARETI DECORATIVE

Accogliere i bambini in classe è sempre un grande impegno. Nei giorni che precedono l'inizio ci si affretta  a sistemare, a riordinare la classe, ma non solo, si pensa anche a come allestire allegramente l'aula per far trovare ai bambini un ambiente colorato e festoso.
Anche quest'anno il libro che ci accompagnerà sarà nuovamente il nostro e caro amico
 "OLMO BLA BLA 2" ed allora con le colleghe ci siamo ispirate a lui e ai suoi disegni.
Abbiamo disegnato due cartelloni, uno per l'entrata in classe e uno per la parete di fondo.
 Con la tecnica della spugnatura  abbiamo creato un meraviglioso cielo e poi lo abbiamo appeso al muro.
Durante i primi giorni di scuola i bambini hanno colorato un palloncino rappresentando loro stessi e successivamente li abbiamo incollati al cartellone.
Il cartellone rappresenta bimbi che corrono incontro alla scuola sorridenti e con il loro palloncino colorato si presentano alle maestre!!


Cartellone di " BENTORNATI" 
appeso al muro di fianco alla porta 
 prima di entrare in classe.






Questo è il cartellone che hanno trovato i bambini
 alla parete il primo giorno di scuola!
Lo sfondo è fatto da noi maestre con la tecnica della spugnatura, poi abbiamo incollato sopra la scuola e i bambini!
  Ecco i bambini intenti a disegnare 
e colorare se stessi dentro al palloncino

Al termine del loro lavoro 
io e la mia collega abbiamo ultimato il tutto.....




P.s. Vi devo svelare un segreto.
Questi bei disegni li ha fatti
 una bambina di terza elementare,
 la sorellina di un mio ex allievo 
la quale è bravissima,
 ha un dono speciale: 
"Disegna veramente  bene.....!!"
GRAZIE ELENA!!!

giovedì 13 settembre 2012

Primo giorno di scuola(1): GIRANDOLA AL PROFUMO DI MARE!!

Sono anni, quasi 3 per l'esattezza, che durante le vacanze marittime raccolgo conchiglie.
Ora ne ho una scorta decisamente abbondante, così ho iniziato a usarle.
Ieri per il primo giorno di scuola, dopo aver chiacchierato un pochino con i cucciolini abbiamo iniziato a colorare una girandola che ad annusarla rievocava il profumo del mare. Nel centro Abbiamo incollato una conchiglia, sul retro una cannuccia per poter tenere dritta la " ventola", così come l'ha chiamata un bambino e poi sopra una scritta carina  e semplice: " VIVA VIVA, SIAMO IN 2° "






martedì 4 settembre 2012

L'alfabeto della scuola ( per i primi giorni)

Nei  primi giorni di scuola di classe seconda si comincia con un bel ripasso di ciò che è stato svolto nell'anno precedente, perciò si comincia dal SIGNOR ALFABETO.

Girovagando per la rete ho trovato questa canzoncina, che mi permetterà di ripassare l'alfabeto giocando e cantando nei primi giorni di scuola.
Scrivo di seguito il testo e poi c'è il video.

A    come AULA
B    come BIDELLO
C    è la CAMPANA, quando suona è bello
D    sono i DISEGNI, guarda che carini
E    ELEMENTARE,  la scuola dei bambini
F    è la FINESTRA
G   è un bel GIARDINO
H   è la parola che non trovo a scuola
I    è l'INTERVALLO, la gioia dei bambini
L   è la LAVAGNA che è a quadrettini
M  è la MAESTRA
N  NON so cosa
O  è l'OROLOGIO che corre e mai riposa
P  è la PALESTRA,son corse e capriole
Q  è un QUADERNO pieno di parole
R  è il RIGHELLO 
S  uno SCARABOCCHIO
T  è il TEMPERINO
U un'USCITA in mucchio
V  son le VACANZE ai monti oppure al mare
Z  è lo ZAINO pesante da portare

Questa è la scuola comincia l'avventura
prima l'alfabeto poi si fa più dura
e una volta grandi si ripenserà
ai giochi e agli amici di questa bella età.....







P.s.Dopo la canzone insegnano i passi per ballarla

lunedì 3 settembre 2012

Filastrocca per l'accoglienza dei bambini

Oggi vorrei fissare l'attenzione su una filastrocca che ho utilizzato  circa una ventina di anni fa per accogliere i bambini di una classe seconda.
Iniziavo in quel periodo ad insegnare, ero una "pivellina", i miei piccoli allievi mi chiamavano "signorina Mariuccia"....tempi lontani, ma assolutamente bellissimi tempi.
Ho iniziato la mia carriera scolastica in scuola privata gestita da religiose e da alcune insegnanti laiche.
I bimbi di quella  seconda classe, oggi  sono uomini e donne, alcuni lavorano da un pezzo, alcuni sono laureati, una di loro è quasi mamma.
Ebbene, tutta questa premessa per dire che la filastrocca che sto per menzionare è stata il soggetto principale per la  realizzazione di un cartellone, di cui non ho nessuna traccia fotografica, ma solo un bel ricordo.
Avevo disegnato un girotondo di bambini e dentro avevo  trascritto la filastrocca.
Questo cartellone era servito per accogliere i bambini.
CHE BEL RICORDO! 



martedì 28 agosto 2012

Segnalibro e geometria

Oggi nel pomeriggio mio figlio Lorenzo si è messo a fare un segnalibro.
E' riuscito a assemblare un piccolo bambino carino carino.Ha usato un rettangolo di cartoncino per il corpo, due rettangoli più piccoli per le braccia,un cerchio per la testa. Ha aggiunto degli accessori come nastrino, fiocchetto, filo per scoobydoo.
Ecco il lavoro finito.








BUONA LETTURA!!!

sabato 25 agosto 2012

Preghiera di una maestra

Nei primissimi post che ho pubblicato all'apertura di questo blog, quando ancora ero super-arci-mega-plus imbranata ( ora invece solo solo più imbranata, sono un pochino migliorata!!) avevo inserito una preghiera pubblicata su yuo tube da BISIA, vorrei riproporla perchè essa possa essere uno strumento di profonda riflessione e di spunto per chi svolge il mio stesso lavoro.



Mi ritorna sempre utile leggere anche questa bella filastrocca di Bruno Tognolini, riflettere su quello che vuol dire insegnare non è mai troppo!


LA FILASTROCCA DELLE MAESTRE
(Bruno Tognolini)
Maestra,insegnami il fiore ed il frutto
- Col tempo t'insegnerò tutto
Insegnami fino al profondo dei mari
- Ti insegno fin dove tu impari
Insegnami il cielo più in su che si può
- Ti insegno fin dove io so!
E dove non sai??
- Da lì andiamo insieme
Maestra e scolaro
un albero
un seme
Insegno ed imparo
insieme perchè
IO INSEGNO
SE IMPARO
CON TE!!!


giovedì 23 agosto 2012

Ancora qualche ricordo

La mia esperienza tra i fornelli di luglio mi ha lasciato ricordi belli e divertenti, mi ha permesso di conoscere persone ricche nell'anima, ragazzi volenterosi e disponibili, giovani con la voglia di fare e di mettersi in discussione. Per tutta quella settimana io e i miei due "soci cuochi"abbiamo canticchiato con i ragazzi  l'inno c, che li ha accompagnati in tutto il loro percorso di riflessione, la canzone è di LIGABUE e si intitola "VIVERE E' UN ATTO DI FEDE", è veramente bella!
Ogni volta che ascolterò questa canzone mi ritorneranno alla mente alcuni frame di quella settimana: la camminata in Val Ferrè, le risate in cucina, alcune serate con i ragazzi...il rotolo dello scottex che nell'arco di alcune ore è finito, il commovente saluto di tre animatori




In più ricorderò con affetto Raffaella e Mauro, "soci" di fornelli, di caffè, di risate e di qualche riflessione.
Ringrazio Raffaella per le preghiere che nella settimana ci ha offerto.








martedì 21 agosto 2012

Cucire un po'....

Nel post precedente ho accennato alla mia settimana come mamma cuoca in Val D'Aosta, insieme a me sono venuti altri due genitori, Raffaella e Mauro.
Per l'occasione ho cucito tre grembiulini uguali da tenere in cucina, ognuno con l'iniziale del nome.Non sono bravissima a cucire, ogni tanto mi diverto nel fare qualcosina.

La prima aiutante per eccellenza è sempre lei, MIA, la nostra gattina, che si intrufola da ogni parte ed è curiosa più di una scimmietta!!!!

Ecco il primo grembiulino, questo è per Mauro, ho cercato un colore maschile per la sua iniziale, calcolando che anche il mio nome inizia con la M.

Ecco tutti e tre i grembiulini..con annessa la gattina



lunedì 20 agosto 2012

Con le valigie in mano

Questi mesi estivi li abbiamo trascorsi con le valigie in mano.
Fare e rifare, togliere e mettere, lavare, stirare, piegare, partire, ritornare, ripartire.
Difficilmente mi capita di vagabondare durante l'estate, di solito scegliamo una sola destinazione: MARE!
Quest'anno c'è stata una variazione, abbiamo soggiornato in montagna, poi al mare e poi abbiamo fatto i turisti visitando Firenze, Siena e Pisa.
BENE! Ora ci si rilassa sul serio a casa!! eheheh

 PRIMA TAPPA- CORMAYEUR,
 in Val D'Aosta,precisamente ad Entreves. Sono andata con il gruppo dell'oratorio di mia figlia, mi sono proposta come mamma cuoca per la loro settimana di campi estivi.

In pole position c'è la nostra nuova gattina, MIA,anche lei voleva partire....


I paesaggi di Courmayeur

Qui siamo in Val Ferrè, circa a 2000 metri....

 Rifugio Sant'Elena....raggiunto l'obiettivo



 SECONDA TAPPA -  MARE - PINARELLA DI CERVIA
LA SPIAGGIA TOTALMENTE SENZA OMBRELLONI PER LA PROTESTA DEL 3 AGOSTO  DEI BAGNINI DELLA RIVIERA




TERZA TAPPA

FIRENZE



 SIENA



 PISA




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...