BENVENUTI!
Questo angolino nasce per caso.

Inizialmente la sua impronta è stata di stampo scolastico, via via ha preso posto anche la mia quotidianità.

Dentro la cartella di ognuno di noi c'è un po' di tutto.
In questa cartella trovate i miei figli,la scuola, alcuni miei pasticci creativi, i miei pasticci con ago e filo, con colla, stoffa e ciò che passa per le mani e la mente!!!



Lilypie - Kids Birthday

per votare il blog

classifiche

classifica net parade award

10000 punti ottenuti

classifica net parade award

Blog Gold

classifica award net.parade

In classifica

classifica net parade award

Blog d'argento

classifica net parade award

Primo di categoria

classifica net parade award

sito internet

Lettori fissi

sabato 25 agosto 2012

Preghiera di una maestra

Nei primissimi post che ho pubblicato all'apertura di questo blog, quando ancora ero super-arci-mega-plus imbranata ( ora invece solo solo più imbranata, sono un pochino migliorata!!) avevo inserito una preghiera pubblicata su yuo tube da BISIA, vorrei riproporla perchè essa possa essere uno strumento di profonda riflessione e di spunto per chi svolge il mio stesso lavoro.



Mi ritorna sempre utile leggere anche questa bella filastrocca di Bruno Tognolini, riflettere su quello che vuol dire insegnare non è mai troppo!


LA FILASTROCCA DELLE MAESTRE
(Bruno Tognolini)
Maestra,insegnami il fiore ed il frutto
- Col tempo t'insegnerò tutto
Insegnami fino al profondo dei mari
- Ti insegno fin dove tu impari
Insegnami il cielo più in su che si può
- Ti insegno fin dove io so!
E dove non sai??
- Da lì andiamo insieme
Maestra e scolaro
un albero
un seme
Insegno ed imparo
insieme perchè
IO INSEGNO
SE IMPARO
CON TE!!!


5 commenti:

  1. E' bellissima, lo sono entrambe, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...quando le leggo mi ci pedo dentro...ciao Mariuccia

      Elimina
  2. Davvero molto belle entrambe, grazie per averle riproposte, Mariuccia! Sono insegnamenti da tenere sempre presenti: della preghiera mi piace molto il passaggio "fa che io non confonda mai la tolleranza ecc..." e della filastrocca "insegnami il cielo più in su che si può- ti insegno fin dove io so". Penso che dire ai bambini che certe cose non si sanno, sia un atteggiamento saggio, che li aiuta a capire che tutti quanti hanno dei limiti e non ci si deve vergognare ad ammetterli. Ciao, buona domenica!

    RispondiElimina
  3. Grazie ...è vero sono belle entrambe ed entrambe mi fanno sempre riflettere sul'importanza per noi adulti, soprattutto educatori, di scendere al livello dei bambini e di ragionare come loro, di rendereli sicuri di ciò che fanno, di non farli mai sentire non adeguati.
    Ciao Ninfa!



    RispondiElimina
  4. Ciao, Mariuccia!
    Lo sai che da giorni penso sempre alla tua preghiera?
    E' bellissima, molto intensa e davvero profonda. Racchiude in sè un piccolo trattato di teologia ed insegna tutto ciò che ogni adulto a contatto con i bambini - genitore o insegnante che sia - dovrebbe essere.
    Grazie mille per averla pubblicata.

    RispondiElimina

lascia una traccia del tuo passaggio...lascia il tuo commento.GRAZIE

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...